A tu per tu con Vanna Vinci

Chi non conosce Vanna Vinci deve subito correre nella libreria più vicina a casa per comprarsi una copia de La bambina filosofica.

Fatto?

Bene, ora posso raccontare del mio incontro con lei: eravamo al Mantova comics and games 2009 ed io gironzolavo tra le bancarelle ed i cosplayers*, non sapevo da che parte guardare perchè, con tutti quei fumetti intorno morivo dalla voglia di gettarmi tra le bancarelle e farmi sommergere da tutte le novità editoriali e non… finchè non ho visto l’ultima pubblicazione della Bambina Filosofica:

la-bambina-filosofica-3

mi sono avvicinata alla bancarella e l’ho preso in mano come se fosse il Sarco Graal dei fumetti (mi rendo conto che potrebbe sembrare un paragone esagerato e forse lo è, ma sono in preda all’euforia dell’incontro, quindi passatemelo), mi sono guardata intorno ed ho visto un cartello che annunciava la presenza dell’autrice. Non stavo più nella pelle. Mentre lo acquistavo, il ragazzo del bancone rivolgendosi alla signora bionda accanto a lui le chiede se avesse voglia di farmi un autografo ed io (siccome non era l’orario indicato dal cartello non sapevo che fosse LEI) ho cercato di contenere tutta la mia gioia per darmi un’aria dignitosa. Vanna Vinci è stata gentilissima e mi ha dedicato il fumetto facendomi un bel disegno nella prima pagina; se vi state chiedendo com’è vi accontento subito:

– E’ una bella signora sulla quarantina

– E’ bionda

– Altezza media

– Accento sardo (avete presente Willy il giardiniere dei Simpsons?)

– E’ bravissima a disegnare

– E’ gentile e disponibile

– Abbiamo lo stesso peluches (Lillo, uno dei personaggi della BF)

– Entrambe crediamo di essere la bambina filosofica (anche se lei ha più argomentazioni a carico)

In realtà è stato un breve incontro ma per me è stato un sogno che diventa realtà, come quando ho incontrato Jill Thompson**  o Jim Lee***, lo so sono un’ otaku senza speranza ma sono felice, e tant’è!

Elly

* Ragazzi e ragazze che si travestono da personaggi di fumetti, anime e films. I costumi sono fatti a mano da chi li indossa e spesso raggiungono livelli altissimi di creatività.

** Disegnatrice che da anni collabora con Neil Gaiman, autrice de I piccoli eterni

*** Il solo ed unico disegnatore di Batman

Annunci

Lascia un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...