Il potere magico delle parole

Credo che tutti noi, almeno una volta nella vita abbiamo desiderato di possedere poteri magici; se non proprio quelli, abbiamo certamente pensato che ci sarebbe servita un formula da recitare in caso di bisogno. A me è successo ieri sera.

Ero al cinema con Andre per vedere Watchmen un fumettone molto avvincente, mentre quello accanto a me continuava a commentare ad alta voce cosa più o meno stava succedendo sullo schermo, come se ce ne fosse bisogno. Io, che amo andare al cinema ma che non sopporto le persone che mangiano, bevono e parlano  gli ho fatto ” Shhhhhh!” nella speranza che avrebbe capito che non era il caso, dato che al resto della sala non importava sapere in tempo reale cosa ne pensava. Lui, per tutta risposta mi ha ringhiato ” Ma non mi scassare le palle!!!” e poi non ha più proferito parola per il resto del film.

Ora, ovviamente ci sono rimasta molto male: il primo motivo è che non c’era bisogno di essere così cafoni, il secondo è che è una persona che conosco.

Alla fine dello spettacolo ho atteso, seduta al mio posto che mi dicesse una qualsiasi parola per alleggerire il suo precedente atteggiamento, ovviamente non è arrivata e così ho lasciato perdere. La magia in questione, quella su cui puntavo l’attenzione all’inizio di questo post, risiede in una cosa semplicissima: l’educazione.

Non avete mai notato che un semplice “Buongiorno…grazie… per favore” sono formule magiche che servono a rendere più lieta la giornata? Anche il semplice chiedere scusa  può spezzare una triste esperienza. Il problema attuale per maggior parte di noi, è il dare per scontato le buone maniere credendo che non siano necessarie. Al padre di Andre, per esempio, è accaduta un’esperienza simile: entrando al lavoro ha, come sempre, dato il buon giorno alle persone che incontrava ed uno di questi, per una settimana buona, non ha ricambiato il saluto. Alla richiesta di una motivazione si è sentito rispondere così: ” Io non saluto mai nessuno perchè è un segno di sottomissione”.  Non starò qui ad esporre la discussione che ne è seguita ma di certo questo episodio rende l’idea; l’educazione e la magia, in un certo senso sono la stessa cosa: le parole hanno un potere infinito e sta solamente agli individui decidere se sfruttare o meno questa magica possibilità, il fatto che alcune persone si credano al di sopra di questo sta solo a significare che hanno smesso di credere alle fate.

Nel frattempo, buon cinema a tutti!

cinema

Elly

Annunci

Lascia un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...