Se la conversazione langue…

Capitano, nella vita, le situazioni più diverse ed in quelle ci dobbiamo destreggiare mettendo in pratica le nostre conoscenze sociali: se ci si trova davanti persone che non si conoscono e si deve rompere il ghiaccio, se siamo ad una cena di lavoro, se abbiamo appena conosciuto persone nuove o semplicemente vogliamo attaccare pezza al bar, ci sono diversi modi per partecipare alla conversazione che avviene davanti a noi:

1- sbattere gli occhioni da cerbiatta e ridere di ogni battuta o pseudo-battuta: opportunità che si rivela poco redditizia dato che non tutti possiedono occhioni da cerbiatto, o sono virili omoni con la barba (anche se ho conosciuto gente che ci ha provato… con risultati catastrofici)  ma, soprattutto, se si  ridesse ad ogni battuta si passerebbe per rincoglioniti.

2- avvicinarsi all’interlocutore e annuire come se volessi suggerire  “capisco esattamente quello che vuoi dire e sono con te, vecchio”: anche questa tattica si rivela inadeguata, dato che potrebbero scambiare l’ eterno annuire con un disturbo fisico, o la tua aria complice come una avance.

3- la soluzione ideale è sempre la terza: raccontare aneddoti. Ovviamente ci sono delle regole: per prima cosa non si parla mai di politica o di religione perchè presto degenererebbe in una discussione storico-antropologica di dimensioni mastodontiche, e non è in caso se non conosciamo il soggetto davanti a noi (e magari lo reputiamo un imbecille tronfio). Quindi gli argomenti si riducono ulteriormente se dobbiamo evitare la vita privata e il lavoro (argomenti altrettanto delicati e noiosi, scegliete voi in quale ordine). Restano lo sport (ma nel mio caso -e credo anche in molti altri- è un argomento che non conosco) i libri (ma in italia legge solamente un italiano su 5) e il telegiornale (ma non tutti si tengono informati e probabimente si ritornerebbe al primo punto del sottoelenco n°3).

Quindi?

Non credo esistano altri argomenti interessanti con cui fare sfoggio di tutta la nostra personale cultura e predisposizione,  se escludiamo il tempo atmosferico (noioso, a meno che non si sia entrambi agricoltori).

Facciamo così: andate a casa e mettetevi a letto, dimenticandovi di fare nuove amicizie. Ma se proprio volete restare e chiacchierare adottate il punto 1 e 2. Tanto lo fanno già tutti, no?

Elly

Annunci

Lascia un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...