Ne vogliamo parlare?

Ars gratia artis, si diceva. Ma forse qui si è travisato il concetto.

Louis Vuitton insieme all’artista Meryl Smith ci stupisce con la creazione di questa simpatica borsetta a forma di chihuahua, griffata con il prestigioso monogramma della maison.

Una creazione davvero sorprendente e realistica, premettendo che non vi sono alcuni pellami e organi derivanti da animali reali, essendo soltanto delle fedeli opere artistiche di alto livello.

Normalmente questa borsetta a forma di cagnolino Louis Vuitton non è mirata al mercato, essendo un’edizione rigorosamente limited edition.

Le parole da sostituire nella citazione qui sopra sono: simpatica borsetta, sorprendente, opere artistiche.

Potete scegliere alcune delle parole da me proposte oppure crearne voi. Le mie sono: grottesca borsetta,  inquietante,  nonavevonientedafarecosìhotrattoispirazionedalmiorattodomestico.

Non so,  probabilmente non sono ancora all’altezza del genio Vuitton-Smith, per fortuna l’escamotage della “limited edition” mi toglie la tentazione dell’acquisto…

scherzavo!

 

Annunci

13 thoughts on “Ne vogliamo parlare?

  1. il musetto è molto realistico … 🙂

    ma il progetto è orribile!

    Così non fanno altro che alimentare l’idea che gli animali sono come i peluches.. o le borsette..

  2. Gosh! fa impressione! Come quando vai in macelleria e sul banco, lì in bella mostra vedi un bel cervello pronto da cuocere…

  3. Inquietante davvero…chi se la compra non può che essere inquietante a sua volta…e forse un po’ insensibile?

  4. @ Barbis75: hai proprio ragionissima!
    @ Stevelo: credo che l’insensibilità sia l’ultimo dei problemi di quello che ha disegnato la borsetta!

  5. @AnElly: d’accordo. Ma al di là di chi l’ha disegnata che può essere considerata “artista eclettica”, la cosa che mi inquieta di più sono i potenziali acquirenti 😉

  6. I potenziali acquirenti hanno lo stesso grado di sensibilità di chi ha partorito quest’idea. Ma l’arte è arte e non sono ammesse barriere né tantomeno restrizioni. Un animale è solo uno strumento se il fine è ARTE!
    (Sono stata credibile?)

  7. Raccapricciante direi.

    Già non sono una fan delle griffes, e tra le griffes LV è quella che mi fa più male agli occhi (sarò strana ma non mi piace nulla)
    ma questo…

    Vorrà dire che se mai riceverò un regalo LV lo rifiuterò!

    Il prossimo passo cos’è? Una valigia con le sembianze di un uomo/donna oggetto?

    Roba da matti!
    Anche perché questa borsetta evidenzia una cosa che mi fa accapponare la pelle, una “tendenza” tra i “ricchi” a prendere un cane non come fedele amico, ma come “accessorio”… Ecco: questa borsa è la sublimazione del concetto di cane come accessorio, in più non fa nè cacca nè pipì, spettacolo, no?

    Al rogo!

Lascia un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...