Aterballetto Suite

La compagnia Aterballetto in un momento della piece

La compagnia Aterballetto in un momento della piece

Lunedì sera mi è toccato andare a teatro senza l’Elly. Per non sentirmi solo ho chiesto all’amico M. di venire con me. Ci è toccata la compagnia Aterballetto di Reggio Emilia. Di solito il balletto mi annoia ma, sorprendentemente, ho dovuto riconoscere come invece possa essere interessante.

Lo spettacolo era diviso in quattro performances diverse – ognuna con un tema specifico – e questo aiutava a mantenere l’attenzione viva, ma la grande scoperta è stata che le musiche erano non solo classiche, ma anche contemporanee e moderne (da David Byrne ai Red Hot Chili Peppers), così non mi sono addormentato con il rischio di disturbare lo spettacolo col mio armonico russare.

Quindi in fin dei conti gran bella serata e mari di applausi ai bravissimi ballerini che, nonostante la giovane età dimostravano di avere padronanza del palcoscenico e una preparazione notevole, per quanto ne possa capire un profano.

ATERBALLETTO

Fondazione Nazionale della Danza

Direttore Artistico: Cristina Bozzolini

Coreografie: Mauro Bigonzetti, Valerio Longo

Direttore Generale: Giovanni Ottolini

Danzatori: Saul Daniele Ardillo, Vincenzo Capezzuto, Charlotte Faillard, Stefania Figliossi, Philippe Kratz, Kihako Narisawa, Claudia Piana, Giulio Pighini, Anne Laure Seillan, Giuseppe Spota, Lucia Vergnano

Lo Schiaccianoci

Serata di balletto classico a teatro. Vedere Lo Schiaccianoci prima di Natale è una delle cose più carine che ci siano… per quelli che non conoscono la storia basti sapere che è un’ avventura ambientata durante le Feste. La versione a cui abbiamo assistito era quella del balletto di Moldavia, con le coreografie russe (quelle originali della scuola di Mosca).

Nel palchetto assieme a noi c’erano una mamma ed un bambino di, al massimo, sei anni. La mamma teneva in braccio il bambino che, con gli occhi pieni di meraviglia, guardava il palcoscenico e tutti i costumi scintillanti. Durante tutto il primo atto questa “signora” ha continuato a rompere le noci a suo figlio chiedendo in continuazione “Ti piace? Hai visto che bello l’albero? Hai guardato quello? E questo? Hai capito cos’è quello lì?” Anche le nostre noci si stavano schiacciando parecchio, ma l’avvenimento più eclatante si è verificato quando il bimbo ha chiesto (dopo ore di materno ciarlare) “Mamma cos’è uno schiaccianoci?” E lei gli ha tappato la bocca con la mano dicendo “SHHHHHH! A teatro non si parla!”

Questa immagine dello Schiaccianoci è tratta dalla versione del Teatro dell'Opera di Novgorad con le étoile del Teatro Bolshoi.

Questa immagine dello Schiaccianoci è tratta dalla versione del Teatro dell'Opera di Novgorad con le étoile del Teatro Bolshoi.

A parte questo piccolo incidente lo spettacolo è stato bellissimo, abbiamo capito che i ballerini di danza classica sono delle strutture d’acciaio compatte, facevano delle prese, salti pazzeschi, roba che se un comune mortale provasse a farlo a casa si ritroverebbe il gomito al posto del ginocchio!