Un post (quasi) inutile intitolato: I soldi possono comprare (quasi) tutto

Scorrazzando tra le pagine on line di quotidiani seri, mi sono capitate sott’occhio delle immagini di Demi Moore ricoverata in stato confusionale per aver assunto chissà che droga.

Non me ne potrebbe fregare di meno.

Mi è venuta in mente però una cosa: quella Demi (per me tutt’altro che bella) ha sposato in prime nozze quel gran pezzo di Marmo che è Bruce “filmdazione” Willis, con cui ha avuto uno o più figli.

Questi figli, che come tutti potevano prevedere, sono invitati ai parties più glamourosi di Hollywood hanno tutti qualcosa in comune: un aspetto rivoltante. Perchè, oltre ad essere (come si dice dalle parti di Andre) “infisicati” hanno delle facce disarmoniche, sembrano dei vecchi a vent’anni. C’hanno dei mascelloni che fanno invidia a Ridge Forrester.

Ne vogliam parlare o sprofondiamo in un assordante silenzio assenso?

Ormai al tramonto dei miei trent’anni sono giunta alla conclusione che l’occhio umano si abitui a qualsiasi aberrazione (e questo non vale soltanto per i figli della Moore e Willis).

Se troviamo un’immagine riproposta mille volte in contesti diversi cominciamo ad abituarci e la prendiamo per buona. Anzi cominciamo a pensare che sia gradevole.

Infatti queste qua hanno schiere di funz. Eeeeeh Beeeeeh! Buongustai!

Annunci