Il Tarocco della settimana: L’ILLUSIONISTA

L’ILLUSIONISTA.

Arcano Minore.

Rappresentata da un’illustrazione priva di protagonista, L’ILLUSIONISTA è una carta dall’allarmante valore inquietudinale.

Questo Tarocco appare solitamente quando un amico/a nella vostra sfera sociale scompare senza lasciare traccia.

Così, da un giorno all’altro, vi ritrovate con un numero di telefono a cui non risponde più nessuno. Gli provate a mandare un sms. Ma no, niente.

Voi penserete che il Tarocco in questione abbia perso il cellulare. Niente di più errato. Semplicemente vi sta evitando.

Perchè?

Il Tarocco de L’ILLUSIONISTA non fornisce risposte, solo perplessità.

Quindi attenti se nel mazzo compare questa carta, potreste ritrovarvi un numero di telefono orfano. E gli orfani fanno sempre pietà.

Annunci

Il Tarocco della settimana: IL FANBOY

IL FANBOY

Arcano minore (molto minore)

Conosciuto anche come L’ENTUSIASTA, questo Tarocco è rappresentato come un cagnolino scodinzolante che ha appena fatto pipì per la felicità.

IL FANBOY è l’esaltato per eccellenza: la Carta che esaspera qualsiasi interpretazione, idea, modalità d’azione. Nulla può intaccare l’ottimismo smodato del FANBOY, nemmeno fatti palesemente truci (cataclismi, morti improvvise, merde sotto le suole).

Se il Tarocco viene svelato in combinazione agli arcani guerrieri può intralciare la  missione protettiva di questi ultimi, tanto da non permettervi di controllarne le conseguenze.

Se entra in risonanza con LA SCIMMIA può avere effetti devastanti su qualsiasi attività socialmente rilevante.

Solamente LA ROMELLA può, in misura ridottissima, contenere lo sprizzante (e francamente fastidioso) atteggiamento del FANBOY: attenzione quindi a questa carta apparentemente gioiosa, dietro il ridondante ottimismo si nasconde una potentissima arma di emarginazione sociale.

Il Tarocco della settimana: IL TAMARRO

IL TAMARRO

Arcano Minore

Pelle color sterco, capello unto, canotta attillatissima, catena e bracciale pressofuso in oro massiccio, tatuaggio pseudo religioso, pantalone in triacetato, questa è la rappresentazione della Carta del TAMARRO.

IL TAMARRO perfora l’occhialone griffato con i suoi occhietti umidi come un dissenatore psionico, risucchiando l’intelligenza dall’aria circostante; la sua presenza asfalta i genitali e perfora il fegato.

La presenza del TAMARRO ci perseguita in posta, alle casse della Coop, nei bar, alla porta accanto e, per finire, in vacanza. E’ in grado di comparire ovunque, meglio di un ninja, colonizzando anche il pertugio più recondito. La  gretta ignoranza, la voce altissima e sempre incredibilmente irritante, i modi che avviliscono qualsiasi senso civico, anche quello di Neanderthaliana memoria, la  cultura imbarazzante, lo fanno risaltare in qualunque occasione e in ogni luogo.

E’ inutile dispensare moniti, prima o poi questo Tarocco vi colpirà quando meno ve lo aspetterete. Non ci sono appigli, l’unico modo per scartare questo Arcano è ricercare la consapevolezza dentro di voi, fuori di voi, in un altro Stato o in armeria. In bocca al lupo!