Casa Pound, suonare per favore, il campanello è a destra.

Se vi siete mai imbattuti nei manifesti di Casa Pound vi sarete chiesti, giustamente, che razza di organizzazione sia.

manifesto di Casa Pound

Noi, per esempio ce lo siamo chiesto visto il brulicare di cartelli, adesivi e  propaganda varia sui muri della città. Abbiamo fatto una ricerca per capire e, anche se non possiamo entrare nel merito della loro legislazione interna, dato che è un circolo per soli soci iscritti e noi non abbiamo intenzione di fare la tessera solo per soddisfare la nostra curiosità, possiamo dirvi qualcosa a proposito di colui che dà il nome a queste “case” e che ispira, ancora oggi, a riunirsi nel proprio nome.

(… ) Anche a Rapallo Pound creò un circolo di amici artisti e progettò iniziative letterarie e musicali, quali il Supplemento Letterario (1931-32) del Mare (settimanale rapallese) e le stagioni di concerti degli “Amici del Tigullio” che si svolsero per tutti gli anni ’30. Nei concerti era spesso impegnata Olga Rudge, violinista americana che nel ’25  diede a Pound una figlia. Nel 1926 nacque a Parigi, dalla moglie Dorothy, Omar Shakespeare Pound. (“Si noti il crescendo”, commentò Pound.)

(… ) Dal 1941 al 1943 Pound realizzò a Roma per la radio italiana numerose trasmissioni in inglese in cui difendeva il fascismo e accusava gli angloamericani e la finanza internazionale di aver provocato la guerra contro i paesi che si erano ribellati al giogo dell’usura. Trasmesse in Gran Bretagna e USA  queste trasmissioni gli valsero un’incriminazione per tradimento da parte del governo americano.

Durante la Repubblica Sociale Italiana (ottobre ’43 – aprile ’45) continuò la sua attività giornalistica e compose due canti in italiano (72-73) in cui ribadiva la solidarietà al fascismo.

Il 3 maggio 1945   fu arrestato da partigiani italiani e consegnato ai militari USA, che lo trattennero per alcune settimane a Genova e poi lo trasferirono nel Campo di concentramento di Coltano, un campo di prigionia e rieducazione, nel comune di Pisa.

Per circa tre settimane fu rinchiuso in una gabbia di ferro posta all’aperto, esposto al sole di giorno e alla luce dei riflettori di notte. Subì un collasso fisico e mentale, dopo il quale fu trattato con maggiore considerazione: gli fu assegnata una tenda presso l’infermeria e gli fu consentito di scrivere e utilizzare la macchina da scrivere nelle ore serali. Instancabile, trascorse i mesi pisani componendo gli undici Canti pisani (dal 74 all’84) e traducendo ancora Confucio.

A fine novembre fu trasferito in aereo a Washington per il processo. L’accusa di alto tradimento lo avrebbe probabilmente portato alla pena di morte. Ma un vero e proprio clamore nel mondo dei poeti si erse in sua difesa e il processo fu annullato. Pound fu dichiarato infermo di mente e internato nell’ospedale criminale federale di St. Elizabeths di Washington.

Fonte: wikipedia

Ovviamente potrebbero essere solo coincidenze, casualità legate al fato, congiunzioni astrali. C’è però da aggiungere che, se andate sul sito ufficiale dell’organizzazione e cliccate sulle icone a lato, troverete dei negozi pronti a vendere on line del materiale di ogni tipo, tra cui una riconoscibilissima iconologia. Comunque, solo per rinfrescare la memoria (storica e non), ci sentiamo di aggiungere anche questo:

LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO;
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
PROMULGA
LA SEGUENTE LEGGE:

ART. 1. (RIORGANIZZAZIONE DEL DISCIOLTO PARTITO FASCISTA).

AI FINI DELLA XII DISPOSIZIONE TRANSITORIA E FINALE (COMMA PRIMO) DELLA COSTITUZIONE, SI HA RIORGANIZZAZIONE DEL DISCIOLTO PARTITO FASCISTA QUANDO UNA ASSOCIAZIONE O UN MOVIMENTO PERSEGUE FINALITÀ ANTIDEMOCRATICHE PROPRIE DEL PARTITO FASCISTA, ESALTANDO, MINACCIANDO O USANDO LA VIOLENZA QUALE METODO DI LOTTA POLITICO O PROPUGNANDO LA SOPPRESSIONE DELLE LIBERTÀ GARANTITE DALLA COSTITUZIONE O DENIGRANDO LA DEMOCRAZIA, LE SUE ISTITUZIONI E I VALORI DELLA RESISTENZA O SVOLGENDO PROPAGANDA RAZZISTA, OVVERO RIVOLGE LA SUA ATTIVITÀ ALLA ESALTAZIONE DI ESPONENTI, PRINCIPII, FATTI E METODI PROPRI DEL PREDETTO PARTITO O COMPIE MANIFESTAZIONI ESTERIORI DI CARATTERE FASCISTA.

ART. 2. (SANZIONI PENALI).

CHIUNQUE PROMUOVE OD ORGANIZZA SOTTO QUALSIASI FORMA LA RICOSTITUZIONE DEL DISCIOLTO PARTITO FASCISTA A NORMA DELL’ARTICOLO PRECEDENTE È PUNITO CON LA RECLUSIONE DA TRE A DIECI ANNI.

LA STESSA PENA SI APPLICA AI DIRIGENTI DELL’ASSOCIAZIONE O MOVIMENTO; CHIUNQUE VI PARTECIPA È PUNITO CON LA RECLUSIONE FINO A DUE ANNI.

SE L’ASSOCIAZIONE O IL MOVIMENTO ASSUME, IN TUTTO O IN PARTE, IL CARATTERE DI ORGANIZZAZIONE ARMATA O PARAMILITARE OVVERO FA USO DI MEZZI VIOLENTI DI LOTTA, I PROMOTORI, I DIRIGENTI, E GLI ORGANIZZATORI SONO PUNITI CON LA RECLUSIONE DA CINQUE A DODICI ANNI E I PARTECIPANTI CON LA RECLUSIONE DA UNO A TRE ANNI.

FERMO IL DISPOSTO DELL’ART. 29, COMMA PRIMO, DEL CODICE PENALE, LA CONDANNA DEI PROMOTORI, DEGLI ORGANIZZATORI O DEI DIRIGENTI IMPORTA IN OGNI CASO LA PRIVAZIONE DEI DIRITTI E DEGLI UFFICI INDICATI NELL’ART. 28, COMMA SECONDO, NUMERI 1 E 2, DEL CODICE PENALE PER UN PERIODO DI CINQUE ANNI. LA CONDANNA DEI PARTECIPANTI IMPORTA PER LO STESSO PERIODO DI CINQUE ANNI LA PRIVAZIONE DEI DIRITTI PREVISTI DALL’ART. 28, COMMA SECONDO, N. 1, DEL CODICE PENALE.

ART. 3. (SCIOGLIMENTO E CONFISCA DEI BENI).

QUALORA CON SENTENZA RISULTI ACCERTATA LA RIORGANIZZAZIONE DEL DISCIOLTO PARTITO FASCISTA, IL MINISTRO PER L’INTERNO, SENTITO IL CONSIGLIO DEI MINISTRI, ORDINA LO SCIOGLIMENTO E LA CONFISCA DEI BENI DELL’ASSOCIAZIONE O MOVIMENTO.

NEI CASI STRAORDINARI DI NECESSITÀ E DI URGENZA, IL GOVERNO, SEMPRE CHE RICORRA TALUNA DELLE IPOTESI PREVISTE NELL’ART. 1, ADOTTA IL PROVVEDIMENTO DI SCIOGLIMENTO E DI CONFISCA DEI BENI MEDIANTE DECRETO-LEGGE AI SENSI DEL SECONDO COMMA DELL’ART. 77 DELLA COSTITUZIONE.

ART. 4. (APOLOGIA DEL FASCISMO).

CHIUNQUE, FUORI DEL CASO PREVEDUTO DALL’ART. 1, PUBBLICAMENTE ESALTA ESPONENTI, PRINCIPII, FATTI O METODI DEL FASCISMO OPPURE LE FINALITÀ ANTIDEMOCRATICHE PROPRIE DEL PARTITO FASCISTA È PUNITO CON LA RECLUSIONE FINO A DUE ANNI E CON LA MULTA FINO A LIRE 500.000.

LA PENA È AUMENTATA SE IL FATTO È COMMESSO COL MEZZO DELLA STAMPA O CON ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE O DI PROPAGANDA.

LA CONDANNA IMPORTA LA PRIVAZIONE DEI DIRITTI INDICATI NELL’ART. 28, COMMA SECONDO, N. 1, DEL CODICE PENALE PER UN PERIODO DI CINQUE ANNI.

ART. 5. (MANIFESTAZIONI FASCISTE).

CHIUNQUE CON PAROLE, GESTI O IN QUALUNQUE ALTRO MODO COMPIE PUBBLICAMENTE MANIFESTAZIONI USUALI AL DISCIOLTO PARTITO FASCISTA È PUNITO CON L’ARRESTO FINO A TRE MESI O CON L’AMMENDA FINO A LIRE CINQUANTAMILA.

ART. 6. (AGGRAVAMENTO DI PENE).

LE PENE SONO AUMENTATE QUANDO I COLPEVOLI ABBIANO RICOPERTO UNA DELLE CARICHE INDICATE DALL’ART. 1 DELLA LEGGE 23 DICEMBRE 1947, N. 1453, O RISULTINO CONDANNATI PER COLLABORAZIONISMO ANCORCHÈ AMNISTIATI.

LE PENE SONO ALTRESÌ AUMENTATE PER COLORO CHE ABBIANO COMUNQUE FINANZIATO, PER I FATTI PREVEDUTI COME REATI NEGLI ARTICOLI PRECEDENTI, L’ASSOCIAZIONE O IL MOVIMENTO O LA STAMPA.

ART. 7. (COMPETENZA E PROCEDIMENTI).

LA COGNIZIONE DEI DELITTI PREVEDUTI DALLA PRESENTE LEGGE APPARTIENE AL TRIBUNALE.

PER I DELITTI STESSI SI PROCEDE SEMPRE CON ISTRUZIONE SOMMARIA, SALVO CHE RICORRANO LE CONDIZIONI PER PROCEDERE A GIUDIZIO DIRETTISSIMO AI SENSI DELL’ART. 502 DEL CODICE DI PROCEDURA PENALE. IN QUESTO CASO IL TERMINE DI CINQUE GIORNI INDICATO NELLO STESSO ARTICOLO È ELEVATO A QUINDICI GIORNI.

ART. 8. (PROVVEDIMENTI CAUTELARI IN MATERIA DI STAMPA).

ANCHE PRIMA DELL’INIZIO DELL’AZIONE PENALE, L’AUTORITÀ GIUDIZIARIA PUÒ DISPORRE IL SEQUESTRO DEI GIORNALI, DELLE PUBBLICAZIONI O DEGLI STAMPATI NELL’IPOTESI DEL DELITTO PREVEDUTO DALL’ART. 4 DELLA PRESENTE LEGGE.

NEL CASO PREVISTO DAL PRECEDENTE COMMA, QUANDO VI SIA ASSOLUTA URGENZA E NON SIA POSSIBILE IL TEMPESTIVO INTERVENTO DELL’AUTORITÀ GIUDIZIARIA, IL SEQUESTRO DEI GIORNALI E DELLE ALTRE PUBBLICAZIONI PERIODICHE PUÒ ESSERE ESEGUITO DAGLI UFFICIALI DI POLIZIA GIUDIZIARIA, CHE DEBBONO IMMEDIATAMENTE, E NON MAI OLTRE VENTIQUATTRO ORE, FARNE DENUNCIA ALL’AUTORITÀ GIUDIZIARIA. SE QUESTA NON LO CONVALIDA NELLE VENTIQUATTRO ORE SUCCESSIVE, IL SEQUESTRO SI INTENDE REVOCATO E PRIVO DI OGNI EFFETTO.

NELLA SENTENZA DI CONDANNA IL GIUDICE DISPONE LA CESSAZIONE DELL’EFFICACIA DELLA REGISTRAZIONE, STABILITA DALL’ART. 5 DELLA LEGGE 5 AGOSTO 1948, N. 47, PER UN PERIODO DA TRE MESI A UN ANNO E, IN CASO DI RECIDIVA, DA SEI MESI A TRE ANNI.

ART. 9. (PUBBLICAZIONI SULL’ATTIVITÀ ANTIDEMOCRATICA

DEL FASCISMO).

LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO BANDISCE CONCORSI PER LA COMPILAZIONE DI CRONACHE DELL’AZIONE FASCISTA, SUI TEMI E SECONDO LE NORME STABILITE DA UNA COMMISSIONE DI DIECI MEMBRI, NOMINATI DAI PRESIDENTI DELLE DUE CAMERE, PRESIEDUTA DAL MINISTRO PER LA PUBBLICA ISTRUZIONE, ALLO SCOPO DI FAR CONOSCERE IN FORMA OBBIETTIVA AI CITTADINI E PARTICOLARMENTE AI GIOVANI DELLE SCUOLE, PER I QUALI DOVRANNO COMPILARSI APPOSITE PUBBLICAZIONI DA ADOTTARE PER L’INSEGNAMENTO, L’ATTIVITÀ ANTIDEMOCRATICA DEL FASCISMO.

LA SPESA PER I PREMI DEI CONCORSI, PER LA STAMPA E LA DIFFUSIONE È A CARICO DEI CAPITOLI DEGLI STATI DI PREVISIONE DELLA SPESA PER ACQUISTO E STAMPA DI PUBBLICAZIONI DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO E DEL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE.

ART. 10. (NORME DI COORDINAMENTO E FINALI).

LE DISPOSIZIONI DELLA PRESENTE LEGGE SI APPLICANO SENZA PREGIUDIZIO DELLE MAGGIORI PENE PREVISTE DAL CODICE PENALE.

SONO ABROGATE LE DISPOSIZIONI DELLA LEGGE 3 DICEMBRE 1947, N. 1546, CONCERNENTI LA REPRESSIONE DELL’ATTIVITÀ FASCISTA, IN QUANTO INCOMPATIBILI CON LA PRESENTE LEGGE.

LA PRESENTE LEGGE E LE NORME DELLA LEGGE 3 DICEMBRE 1947, N. 1546, NON ABROGATE, CESSERANNO DI AVER VIGORE APPENA CHE SARANNO STATE RIVEDUTE LE DISPOSIZIONI RELATIVE ALLA STESSA MATERIA DEL CODICE PENALE.

LA PRESENTE LEGGE, MUNITA DEL SIGILLO DELLO STATO, SARÀ INSERTA NELLA RACCOLTA UFFICIALE DELLE LEGGI E DEI DECRETI DELLA REPUBBLICA ITALIANA. È FATTO OBBLIGO A CHIUNQUE SPETTI DI OSSERVARLA E DI FARLA OSSERVARE COME LEGGE DELLO STATO.

DATA A ROMA, ADDÌ 20 GIUGNO 1952
EINAUDI
DE GASPERI – PICCIONI –
SFORZA – SCELBA – ZOLI
– PELLA – VANONI –
PACCIARDI – SEGNI –
ALDISIO – FANFANI –
MALVESTITI – SPATARO –
CAMPILLI – RUBINACCI –
LA MALFA – CAPPA
VISTO, IL GUARDASIGILLI: ZOLI


Fonte: La Costituzione Italiana, legge 20 giugno 1952, n. 645.

Annunci

4 thoughts on “Casa Pound, suonare per favore, il campanello è a destra.

Lascia un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...